Nebbiolo delle Langhe 2015: un calice di Piemonte!

Nebbiolo delle Langhe 2015

Produttore: Tenuta Cucco
(Serralunga d’Alba, Cuneo)

Ciao a tutti!

Questo è il mio primo articolo. Essendo un reggiano DOC, qualcuno potrebbe aspettarsi che io cominci dalle mie origini, da una buona bottiglia della bassa, o magari spostandomi sui colli di Scandiano, a caccia di Spergola.

Ebbene no. Ho deciso di lasciare i prati di casa e salire verso nord, verso le Langhe, e in particolare verso la Tenuta Cucco, che spero di visitare quanto prima.

Il vino in questione è un Nebbiolo delle Langhe DOC (Tenuta Cucco), annata 2015. Ho scoperto questo vino bazzicando su WineoWine, un sito che tratta bottiglie prodotte in piccole realtà aziendali sparse su tutto il territorio nazionale: mi aveva incuriosito per il processo di vinificazione, relativamente soft al fine di mantenere intatti i sentori primari, e l’affinamento, che non prevede il “tocco” del legno, ma solo un passaggio in botti di acciaio, oltre ai diversi riconoscimenti ottenuti.

Ma veniamo a noi. Ho deciso di stappare questa bottiglia domenica scorsa, a pranzo con la mia famiglia: filetto di maiale col sugo e la polenta arrostita…la morte sua! – mi sono detto.

Il vino è stato aperto un’oretta prima in modo da decantare e sprigionare i suoi profumi. Versandolo nel calice, la prima cosa che salta all’occhio è decisamente il colore, un bel rosso rubino con riflessi granati, probabilmente legato alla sua relativa giovinezza; inoltre appare limpido e con un buon grado di consistenza.

Il profumo si distingue da subito, fresco ma ben presente, anche se non eccessivamente intenso. La ciliegia e la marasca dominano, con la loro acidità che si insinua nelle narici, aprendo la strada a una serie di profumi primari che spaziano dalla rosa, alla viola, fino al mirtillo; dopo un po’ l’acidità si smorza, cede al frutto rosso sotto spirito e diviene più vinoso.

Al gusto, il vino appare fresco e secco, con un buon tannino e una buona mineralità, frutto del terreno di origine. Si percepisce lo scarso calore trasmesso dall’alcool; il gusto è abbastanza morbido ma non così intenso, prevale la freschezza. Questo forse è il suo tratto distintivo.

E’ un vino sicuramente abbastanza fine, dal flavour non così persistente e intenso, forse per la sua “giovane” età, ma comunque abbastanza equilibrato, il che lo pone tra il giovane e il pronto. Il connubio con un piatto di carne non super impegnativo come può essere un filetto di maiale mi sembra un buon compromesso e mi lascia soddisfatto!!

Per saperne di più o se siete interessati a degustare questo nebbiolino, di sotto vi lascio il link:

https://www.wineowine.com/langhe-nebbiolo-tenuta-cucco-2015

Aspetto i vostri commenti/critiche/proposte di bottiglie da provare o cantine da visitare!!!!!!!!!!! Buona settimana a tutti e al prossimo weekend!!!!

Francesco Bigi

2 Commenti

  1. Pamela

    Ciao Francesco, bell’articolo… Attendo con impazienza il prossimo.
    Un saluto

  2. Virginia Bigi

    Bellooooo!

Lascia un commento